• Eventi
  • Oltrepò Pavese Passeggiata golosa di fine estate 2016
  • Eventi
  • Oltrepò Pavese Passeggiata golosa di fine estate 2016

Oltrepò Pavese Passeggiata golosa di fine estate 2016

passeggiata fine estate 2016 1Ancora oggi, tra le colline dell’Oltrepò Pavese, a poca distanza dalle strade principali, ci sono luoghi magici e segreti dove alberi, animali, paesaggio e geologia concorrono a creare una dimensione incantata e fuori dal tempo.

Uno di questi luoghi è la zona attraversata dal Sentiero dei Castagni Secolari, un percorso che si snoda sul crinale tra la valle del torrente Staffora e quella del Rile, poco al di sopra del borgo medievale di Nazzano e del suo castello.

Edificato dai Malaspina intorno all'anno Mille, il castello di Nazzano venne potenziato da Gian Galeazzo Visconti, che ne capì subito la strategica posizione, intorno al 1360.

Dalla cima del colle dove si trova il castello, si può ammirare, nelle giornate limpide e ventose, la catena che dalle Alpi Marittime arriva fino al Monte Rosa.

Passato nei secoli di famiglia in famiglia il castello arrivò nel 1613 nelle mani dei Mezzabarba, conti pavesi, aristocratici che ne trasformarono l’assetto, mutandolo da fortezza in maniero.

Nel 1712 l'edificio fu rivenduto agli attuali proprietari, i marchesi Rovereto, che ne definirono l’impianto che possiamo ammirare oggi.

A sud si vede il corpo principale con sei finestre, di cui tre a sesto acuto, e un’isolata al piano inferiore, mentre nell’angolo di sud ovest si nota una minuscola torre cilindrica, rastremata all'altezza della gronda, merlata alla guelfa, come la gran torre quadrangolare che svetta a ovest.

La facciata che dà sulla piazza della chiesa è riconoscibile grazie a un alto archivolto ogivale cieco, che arriva fin quasi alla linea del sottogronda e inquadra una finestra a sesto acuto e un portaletto a pianterreno.

Il castello, dopo radicali restauri, nel 1905 venne definitivamente destinato a dimora residenziale.

Lungo questo sentiero, l’associazione Calyx per domenica 4 settembre, dalle 14, propone un’escursione naturalistica immersa in un paesaggio rurale d’altri tempi, dove piccoli borghi contadini, con le classiche case in sasso, si alternano a zone di bosco incontaminato e a piani panoramici con panorami a 360 gradi su Alpi e Appennini.

L’itinerario vedrà anche l’osservazione di formazioni geologiche particolari, come l’orrido di Cadezzano e il geosito di Gomo, nonché la scoperta delle specie vegetali e delle erbe commestibili, oltre alla possibilità di studiare numerose specie di uccelli, ascoltandone i richiami e osservandone il volo.

A metà strada, in una zona panoramica, ci saranno una sosta per una lettura del paesaggio e una merenda sul prato a base di prodotti tipici della Val Staffora offerta dall’organizzazione.

L’escursione, guidata da una guida locale specializzata in eco-turismo, si snoderà su una strada sterrata, mentre la distanza totale da percorrere sarà di circa 6 chilometri, metà in salita e metà in discesa, con un dislivello di 200 metri.

Per partecipare a questa camminata naturalistica con pic-nic in Oltrepò Pavese saranno necessarie calzature da trekking e una buona riserva di acqua.

Il ritrovo dei partecipanti è per le 14 al Municipio di Rivanazzano Terme in Piazza Cornaggia.

Quota di partecipazione e copertura costi organizzativi sarà di 10 euro da versare sul posto.

Per le prenotazioni, entro sabato 3 settembre, si dovrà telefonare al numero 349/5567762 oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pin It

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.