• Eventi
  • Bagnaria Sagra della Ciliegia 2016
  • Eventi
  • Bagnaria Sagra della Ciliegia 2016

Bagnaria Sagra della Ciliegia 2016

sagra bagnaria 1Da sempre il comune pavese di Bagnaria, oggi membro dell’Associazione Nazionale Città delle Ciliegie, ha al centro della sua economia la coltivazione di questo prelibato frutto, che l’ha reso noto anche oltre i confini provinciali.

La Sagra delle Ciliegia, che domenica 12 giugno arriverà alla 42esima edizione, proporrà l’allestimento di stand di produttori agricoli in Piazza Aldo Moro e nelle zone adiacenti al mercato ortofrutticolo coperto, adibiti alla vendita delle ciliegie. 

E la manifestazione vedrà, per il quarto anno consecutivo, anche la preparazione e distribuzione, dalle 12 alle 14, del delizioso Risotto con le ciliegie, accompagnato da vino rosso dell’Oltrepò Pavese.

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra aziende agricole locali e la Pro Loco Bagnaria, vedrà anche il coinvolgimento dell’associazione Calyx per una passeggiata agro-culturale con visite guidate alla scoperta della natura e della storia di questa località della valle Staffora.

Il ritrovo è per le 10 di domenica a Ca’del Monte, nel comune di Cecima, presso il piazzale di fronte all’omonimo agriturismo.

Da lì inizierà un’escursione di un paio d’ore in compagnia di guide locali che seguirà un sentiero che conduce sullo spartiacque tra la valle Staffora e la val Curone, al confine tra Lombardia e Piemonte, su un’antica mulattiera in uso alla prima civiltà insediata su quei monti, i Liguri, esperto nella coltivazione della vite, la lavorazione della carne suina e la produzione di formaggi, ancora oggi al centro dell’agricoltura dell’Oltrepò Pavese.

Il percorso vede boschi di roverella, castagni e cespugli di ginepro e in parecchi punti, dove la vegetazione si apre improvvisamente, si possono ammirare meravigliosi scorci panoramici sui rilievi circostanti e sui prati in fiore.

Lungo il tragitto, presso l’area archeologica del Guardamonte, a circa 800 metri di altezza, s’incontrano i resti di un castelliere, un villaggio fortificato edificato dai Liguri per difendersi dalle invasioni celtiche del IV secolo a.C.

Il sentiero finisce alle balze di Guardamonte, una terrazza panoramica naturale composta di una falesia di arenaria, da cui si ha una vista mozzafiato sull’abitato di Bagnaria.

Da lì inizierà il percorso di ritorno per il recupero delle auto e la discesa verso il borgo di Bagnaria.

Dopo il pranzo, si terrà una visita guidata del borgo di Bagnaria, che si trova su un promontorio dominante lo Staffora e che fu un antico feudo dei Malaspina, padroni delle vie commerciali tra il porto di Genova e la città di Pavia.

Oltre all’impianto originario si possono vedere le vestigia di un’antica rocca, parti della cerchia muraria e gli interni di palazzo Malaspina.

La prenotazione, da fare entro sabato 11 giugno, si può fare telefonando al numero 349/5567762 - 347/5894890 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.