Dal Pavese a Camogli

  • Paola Montonati

pavese camogli 1Domenica 31 gennaio l’associazione Via del Mare propone un viaggio in terra ligure, vicino al promontorio di Portofino, uno degli angoli più belli della riviera, alla scoperta del sentiero che da Ruta di Camogli conduce al Santuario di Nostra Signora di Caravaggio, con panorami splendidi sui Golfi Paradiso e Tigullio, separati dal Promontorio di Portofino, paradisiaco angolo di natura mediterranea vergine.

Dopo il ritrovo al parcheggio antistante il casello autostradale di Gropello sulla Milano-Genova, alle 7.30 o al casello di Casei Gerola verso le 8, ci si dirigerà verso la Chiesa Millenaria di Ruta, un antico edificio di culto risalente al XIII secolo che fino al 1627 fu l’unica chiesa del paese, con uno stile architettonico in arte romanica.

Il Santuario di Caravaggio situato a 615 metri sul livello del mare, sul monte detto Orsena o monte di Caravaggio, è posto sul crinale che da Uscio porta sino alla sommità del Monte di Portofino, coincidendo con l’itinerario della Via del Mare.

Dal Santuario si possono ammirare panorami di eccezionale bellezza: a sud il mare con i due golfi sopra citati, il promontorio di Portofino e la Riviera di Levante, con Punta Manara e le Cinque Terre, a est Genova e il suo golfo e più in la Riviera di Ponente, con Savona e le Alpi Marittime innevate, a nord l’Appennino settentrionale. Insomma, qualcosa di veramente spettacolare.

Durante la camminata, si vedrà la splendida vegetazione mediterranea, fatta di querceti misti, pinete, radure e cespuglietti e alla fine di questa bella giornata escursionistica si potrà gustare una buona focaccia ligure sul lungo mare del grazioso borgo di Camogli.

Per i soci AVM la partecipazione vede un contributo minimo di 5 euro, per i non soci adulti un contributo minimo di 10, per i non soci bimbi sotto i 10 anni un contributo minimo di 6.

E’ obbligatorio iscriversi compilando il form sul sito dell'associazione, scrivendo un’email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando al numero 388/1274264, entro il 30 gennaio.

Pin it

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964