Una mostra per Teresio Olivelli

  • Paola Montonati

treno teresio 1Proprio alla vigilia del giorno della memoria, una mostra itinerante, presenta un testimone di quella tragica esperienza Teresio Olivelli.

Da sabato 23 gennaio, presso l’Auditorium San Dionigi di Vigevano, al numero 12 di Piazza Martiri della Liberazione, la sezione provinciale di Pavia di ANED - Associazione Nazionale Ex Deportati Politici nei campi nazisti, in occasione della Giornata della Memoria2016 e per il centenario della nascita di Teresio Olivelli,proporrà la prima tappa di Il treno di Teresio, una mostra itinerante sul giovane eroe e sui pavesi che con lui erano parte del gruppo che entrò nel campo di concentramento di Flossenburg il 7 settembre 1944.

La mostra illustrerà le vicende del gruppo con foto d’epoca e disegni di deportati, elaborati direttamente nel campo e concessi dal Flossenburg Memorial site oppure donati all’ANED.

Tra i disegni ci sono le opere artistiche di Vittore Bocchetta, nato nel 1918, uno degli ultimi sopravvissuti viventi di quel tragico campo.

Inoltre tra i documenti sono da vedere i registri di entrata nel campo stilati dalla SS, oggi conservati presso i National Archives and Records Administration di Washington.

Oggi proclamato Venerabile, Teresio Olivelli ebbe una vita breve ma intensa, che inizialmente lo vide avvicinarsi al mondo di Mussolini, ma da quale, dopo alcuni anni, si staccò iniziando a combattere per la libertà dell’Italia dal nazismo.  

Catturato con alcuni compagni di lotta dai tedeschi, Olivelli venne deportato prima a Flossenburg e poi a Hersbruck, dove lavorò in condizioni disumane senza tuttavia perdere mai la fede in Dio.

Proprio per salvare un amico da un violento sorvegliante, Teresio venne picchiato brutalmente e morì il 17 gennaio del 1944 nell’infermeria del campo.

Da anni l’assocazione vigevanese a lui dedicata si batte per la sua beatificazione e adesso un primo passo, con la sua nomina a Venerabile, è stato fatto.

L’iniziativa è stata finanziata dalla Fondazione Piacenza e Vigevano, che hanno reso la visita alla mostra gratuita, mentre su prenotazione è possibile effettuare per le classi visite guidate con proiezione di video-testimonianze.

Per le prenotazioni telefonare al numero 3289227494 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pin it

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964