• Eventi
  • Pavia Laurea Honoris causa a Giorgio Napolitano
  • Eventi
  • Pavia Laurea Honoris causa a Giorgio Napolitano

Pavia Laurea Honoris causa a Giorgio Napolitano

laurea pavia napolitano 1Alle 10 di venerdì 27 novembre, nell’aula Magna di Strada Nuova, verrà inaugurato il 655 anno accademico dell’Università di Pavia.

Dopo l’arrivo del corteo accademico in toga, quest’anno aperto dal Rettore Fabio Rugge e dal Presidente emerito Giorgio Napolitano, sarà illustrato il bilancio dell’anno appena trascorso e i progetti che attendono l’Ateneo pavese nel 655esimo anno di attività, con una platea di autorità, imprenditori, rappresentanti della comunità accademica.

Successivamente prenderà la parola, il rappresentante degli studenti Lorenzo Flamini, e il professor Mauro Freccero, chimico, con una prolusione su Linguaggio molecolare e DNA a quadrupla elica.

Alla fine della lezione si terrà il momento clou della cerimonia, il conferimento della laurea magistrale honoris causa in Relazioni Internazionali al Presidente emerito Giorgio Napolitano da parte della professoressa Enrica Chiappero Martinetti con la lettura della motivazione da parte del Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali professore Giovanni Cordini, poi il Rettore consegnerà il diploma, il tocco e la medaglia Teresiana al laureato.

“Le idee, gli scritti, il servizio istituzionale” dice la motivazione “sono stati decisivi nel condurre la sinistra italiana verso posizioni di limpido riformismo, convinto europeismo, inequivoca collocazione internazionale. (...)”.

Alla fine della cerimonia ci sarà la lectio doctoralis del Presidente emerito su Europa in crisi: le responsabilità della politica.

Alle 15 del pomeriggio, presso l’aula Foscolo, ci sarà la consegna delle medaglie teresiane ai professori ordinari e delle medaglie di benemerenza, mentre alle 16,30 la presentazione del nuovo volume di Almum Studium Papiense, Storia dell’Università di Pavia, con il rettore e il curatore dell’opera Dario Mantovani, oltre ai professori Gianmarco Gaspari dell’Università dell’Insubria e Gian Savino Pene Vidari dell’Università di Torino.

Nell’aula del 400, verso le 21 ci sarà un recital della pianista russa Elena Baksht, con musiche di J.S.Bach, F.Chopin, P.I. Tchaikovsky, S.Rachmaninoff, a cura dell’associazione docenti e ricercatori dell’Ateneo Pavese e dal Circolo dell’Università di Pavia.

Inoltre, dalle 10 alle 18, il Comune di Pavia, con l’Assessorato alla Cultura, permetterà agli studenti dell'Ateneo pavese libero accesso alla mostra 1525-2015 Pavia, la Battaglia, il Futuro. Niente fu come prima, nelle sale al secondo piano del Castello Visconteo.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.