Arte contemporanea a Rivanazzano

  • Paola Montonati

rivanazzano arte 1Dal 10 ottobre al 29 novembre, presso il numero 10 di via Buonarroti a Rivanazzano Terme, in un edificio che un tempo era adibito a cantina, ci sarà la mostra di arte contemporanea Il segno e la scrittura, ideata dalla Fondazione Cariplo con il contributo dell’Associazione Art Art, che organizza mostre d’arte e promuove attività artistiche nell’Oltrepo Pavese.

Cuore della mostra è la Collezione Riccardi di arte contemporanea, ideata da Franco Riccardi, rivanazzanese esperto di finanza, che in trent’anni con molti acquisti in grandi gallerie internazionali ed esposizioni europee, ha composto un piccolo tesoro di opere d’arte per la maggior parte sconosciute al grande pubblico.

Le numerose opere della collezione sono l’appassionato racconto di quasi mezzo secolo di correnti artistiche, dagli anni Trenta fino alla fine degli anni Settanta, periodo cruciale per la storia dell’arte italiana ed europea.

Molte sono le correnti artistiche che la Collezione rappresenta, dalla strada per l'arte astratta in Italia, con un occhio alla geometria, al movimento informale neocubista di Burri, fino allo spazialismo di Fontana, con le sue tele bucate, l'arte povera, quella concettuale di Piero Manzoni fino al nouveau realisme degli anni dell’austerity e della crisi del petrolio.

Nella mostra ci sono i quadri di 22 artisti, tra cui i più noti rappresentanti di movimenti che hanno rivoluzionato l’arte contemporanea: dall’arte povera alla pop art, dall’arte concettuale all’arte informale e all’astrattismo italiano, come Alighiero Boetti, Yannis Kounellis, Mario Schifano, Emilio Isgrò, Jean Dubuffet, Giuseppe Capogrossi, Joseph Kosuth, Ben, Carla Accardi, Gastone Novelli, Jiri Kolar, Elisabetta Novello, Ettore Colla, Sean Shanahan, Richard Tuttle, Sergio Fermariello, Salvatore Garau, Luca Pancrazzi, Franco Saviotti, Sabrina Mezzaqui, Marco Gastini e Mauro Bellucci.

La mostra è aperta dalle 16 alle 19 sabato, domenica e lunedì, mentre gli altri giorni è visitabile su appuntamento telefonando al numero 335.6267327.

Pin it

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964