• Eventi
  • Pavia Sguardi Puri 2015
  • Eventi
  • Pavia Sguardi Puri 2015

Pavia Sguardi Puri 2015

sguardi puri pavia 1Per tutto il mese di novembre torna a Pavia la sedicesima edizione di Sguardi Puri, una rassegna cinematografica organizzata dal Settore Cultura del Comune di Pavia con la collaborazione del critico cinematografico Roberto Figazzolo, presso il Cinema Politerama.

I film di Sguardi Puri sono quelli più interessanti, premiati e conosciuti a livello internazionale del 2015, con lo scopo di aiutare gli spettatori più esigenti e raffinati.

Il tutto inizierà mercoledì 4 novembre alle 16 e 21, con la protezione di Il padre (The Cut) di Fatih Akin, con Tahar Rahim, Sevan Stephan, Shubham Saraf, Alì Akdeniz, Zein Fakhoury, prodotto da Germania, Francia, Italia, Russia, Canada, Polonia, Turchia, sull’odissea di un padre, prima e dopo la prima guerra mondiale, separato dalle due figlie gemelle dopo la morte della moglie e il genocidio armeno del 1918.

Alle 16 e 21 di mercoledì 11 novembre, con la collaborazione dell’Ordine degli Architetti, P.P.C. della Provincia di Pavia, ci sarà la proiezione di Cattedrali della Cultura 3D (Cathedrals of Culture) di Michael Glawogger, Robert Redford, Wim Wenders, Margreth Olin, Karim Ainouz, James Marsh e Michael Madsen, prodotto dalla Germania, dove, partendo da un’idea di Wim Wenders, 6 registi portano 6 edifici sul grande schermo: la Filarmonica di Berlino per Wim Wenders, La Biblioteca Nazionale Russa di Michael Glawogger, il Carcere di Halden da parte di Michael Madsen, il Salk Institute di Robert Redford, il Palazzo dell'Opera di Oslo per Margreth Olin e il Centre Pompidou visto da Karim Ainouz, con i loro tesori e la loro storia.

Mercoledì 18 novembre alle 16 e alle 21 ci sarà Partisan, di Ariel Kleiman, con Vincent Cassel, Nigel Barber, Jeremy Chabriel, Florence Mezzara, Sapidah Kian, Samuel Eydlish, Wietse Cocu, Timothy Styles, Anastasia Prystay, Katalin Hegedus, Natalia Gorbacheva, Sosina Wogayehu, Zsofia Stavropoulos, Alexander Kuzmenko, Daniel Vernikovski, prodotto dagli Stati Uniti, sulla storia di Alexander, 11 anni, che cerca di scoprire il segreto di Gregori, misterioso capo di una comunità di ragazzi nella periferia degradata di un’anonima città.

La rassegna terminerà mercoledì 25 novembre alle 16 e 21, con l’Orso d’oro Berlinale 2015 Taxi Teheran (Taksojuht) di e con Jafar Panahi, prodotto dall’Iran, sul viaggio di taxi per le strade di Teheran guidato dal regista stesso.

Il biglietto per partecipare alla rassegna costerà intero 5 euro, ridotto AGIS e over 65 4 euro e, fino a 26 anni 3 euro.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.