• Cronaca
  • Pochi fondi per il piano neve di Pavia
  • Cronaca
  • Pochi fondi per il piano neve di Pavia

Pochi fondi per il piano neve di Pavia

piano neve 1Stavolta i pavesi, in caso di grandi nevicate, dovranno arrangiarsi da soli.

Infatti, secondo Daniele Bosone, anche per quest’anno per il piano neve della provincia di Pavia “il finanziamento annuale per la manutenzione globale delle strade ammonta solo 2 milioni”.

Ci saranno dunque dei problemi nel caso di precipitazioni nevose più intense del solito a Pavia e nella sua provincia?

“Ma non fasciamoci la testa prima” chiarisce Bosone “Nonostante la diminuzione, i soldi dovrebbero essere sufficienti almeno per la manutenzione ordinaria”.

Quindi la situazione di Pavia, nel caso di nevicate deboli o moderate, dovrebbe essere ottima, ma che cosa succederà nel caso di un brusco peggioramento del tempo?

“Prima di tutto siamo riusciti anche quest’anno, bene o male, a mettere a punto un piano neve” ricorda il presidente della Provincia “per quanto le risorse siano risicate. In situazioni di normalità, i mezzi dovrebbero essere sufficienti per tenere sotto controllo la situazione”.

Ma la provincia di Pavia dovrà collaborare con i 190 comuni della zona per vedere se tutto andrà per il meglio nel caso di grandi nevicate “Come in passato, la vera forza per affrontare e superare senza grossi disagi le vere emergenze nel periodo invernale è il coordinamento fra gli enti locali che spero anche quest’anno ci sia, se sarà necessario. Intanto i mezzi spargisale hanno già fatto la loro comparsa nelle settimane scorse, quando ce n’è stato bisogno”.

In ogni caso “Speriamo in precipitazioni contenute che possano essere gestite con le risorse che abbiamo” dice Bosone.

Ma i sindaci di alcuni paesi del pavese hanno deciso di non essere impreparati durante le grandi nevicate, come ad esempio a Giussago, dove non c’e un piano neve e il Comune ha un solo spargisale.

“Ma abbiamo un accordo con gli agricoltori che in caso di necessità intervengono con i loro trattori” dice il sindaco Massimiliano Sacchi “trasformandoli in mezzi adeguati alla pulizia delle strade in caso di precipitazioni abbondanti”.

Mentre a Linarolo saranno usati mezzi più tradizionali per il caso di precipitazioni nevose abbondanti “Noi abbiamo dato già negli anni scorsi il servizio in appalto ad una ditta specializzata “ racconta il sindaco Pietro Scudellari “Anche per quest’anno abbiamo fatto così e ci siamo affidati a questa impresa. I mezzi a disposizione? Tre spalaneve grossi, per la pulizia delle strade principali, più un mezzo più piccolo per accedere alle vie più strette”.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.