• Cronaca
  • Nuova vita per il cinema Politeama
  • Cronaca
  • Nuova vita per il cinema Politeama

Nuova vita per il cinema Politeama

politeama anteo 1Anche se non ci sono ancora notizie certe, pare proprio che il cinema Politeama di Pavia, che dal 15 gennaio sarà gestito dalla Fondazione Teatro Fraschini, avvierà una collaborazione con il prestigioso cinema Anteo di Milano, gestore di sei multisale nelle provincie lombarde.

Sembra che l’accordo sarà confermato proprio il 15 gennaio, anche se per ora nessuno alla Fondazione Fraschini conferma quello che per molti pavesi ormai è una certezza.

Ad ogni modo fino al 14 gennaio il cinema del centro storico di Pavia sarà nelle mani di Tullio Facchera, che lo aveva aperto alla fine degli anni Sessanta, poi dal giorno dopo, con una firma dal notaio, la Fondazione Fraschini, dopo aver preso possesso del Politeama, avvierà la collaborazione con, almeno cosi si dice.

“Abbiamo deciso di non mettere la futura gestione del Politeama nelle mani di una persona in particolare perché ci sembrava una scelta provinciale, mentre noi, per il Politeama, vogliamo d'ora in avanti lavorare in un'ottica di più ampio respiro” spiega Fabrizia Ghisolfi Cupella, vice presidente della Fondazione Teatro Fraschini “La conferenza stampa che annuncerà la nuova collaborazione, e che si terrà probabilmente nella sede dell’Agos, infatti sarà di portata nazionale, perché vorremmo dare risalto al fatto che, nonostante Pavia non sia certo l'unica città di provincia alle prese con la chiusura dell'unico cinema cittadino, siamo però l'unica città in Italia che sta intraprendendo una sfida come quella in cui noi abbiamo deciso di lanciarci”.

Per adesso si sa solo che, dal 15 gennaio e per sei mesi, Facchera lavorerà come collaboratore per la gestione del Politeama al fianco della Fondazione Teatro Fraschini, mentre la società dovrebbe aprire la strada al cinema di elite.

Infatti nelle sue multisale, accanto ai film di successo al botteghino, da sempre la sala milanese s’interessa a quei film di grande livello culturale, proprio come per anni ha fatto il Politeama, prima di dover ridurre il numero delle pellicole proiettate a causa della crisi che ha colpito negli ultimi anni il settore cinematografico di Pavia, con la chiusura di sale storiche come il Corallo e il Kursaal. 

Pin It

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.