• Cronaca
  • Con Expo rinasce la ferrovia tra Mortara e Casale
  • Cronaca
  • Con Expo rinasce la ferrovia tra Mortara e Casale

Con Expo rinasce la ferrovia tra Mortara e Casale

casale 1Finalmente, dopo tre anni dalla sua chiusura, la linea ferroviaria che collega Casale Monferrato a Mortara potrebbe riaprire in tempo per l’inizio di Expo 2015, dove le colture del riso lombarde e piemontesi avranno un ruolo decisivo.

Nei prossimi giorni una piccola delegazione dei sindaci di Candia Lomellina, Castello d’Agogna, Cozzo, Zeme e Mortara, con il sindaco di Casale Monferrato, parteciperà a una riunione con i vertici di Trenord nella sede di Milano per discutere della riapertura.

“Andremo a parlare con l’ingegner Giorgio Spadi per la possibile riapertura della linea che collega il Monferrato alla Lomellina e di qui a Milano” dice il sindaco di Candia, Stefano Tonetti “Siamo molto ottimisti: si dovranno definire le competenze fra le due Regioni e anche chi si accollerà le spese della riattivazione, ma in linea di massima la linea potrebbe riaprire entro la metà del 2015, in tempo per trasportare i visitatori di Expo”.

Per l’aspetto tecnico della riapertura della linea ferroviaria, la delegazione dovrà trovare quali siano le possibili coincidenze della Mortara – Casale con la linea Mortara – Milano, mentre al progetto collaboreranno anche il consigliere provinciale Ruggero Invernizzi e il consigliere d’amministrazione di Ferrovie Nord Carlo Belloni. 

“Li ringraziamo per aver accelerato un iter che sta a cuore a centinaia di pendolari oggi costretti a viaggiare in corriera” dice Tonetti.

La chiusura della linea Mortara – Casale era arrivata tre anni fa del tutto inaspettata, soprattutto dopo che Trenitalia aveva fatto rifare la massicciata e operato una sostituzione del pietrisco e delle traversine di cemento armato che punteggiavano la ferrovia.

“Poi dall’alto era arrivata la decisione di abolire la linea, che potrebbe essere riattivata solamente in caso di guerra per il trasporto delle truppe “ dice Tonetti “Ma i pullman sostitutivi devono affrontare il traffico quotidiano, le strade sconnesse e le intemperie dei mesi autunnali e invernali”.

Dopo la chiusura della linea ferroviaria, i passeggeri si stanno servendo del servizio di corriere della linea casalese Autoticino – Stat, ma grazie alla riapertura della linea gli abitanti del Monferrato e della Lomellina potrebbero viaggiare molto più spesso in treno.  

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.