• Cronaca
  • La rinascita della Certosa parte dai tetti
  • Cronaca
  • La rinascita della Certosa parte dai tetti

La rinascita della Certosa parte dai tetti

certosa 5Ormai per la Certosa di Pavia la svolta è vicina, infatti, il complesso alcuni anni versa in gravi condizioni di degrado ambientale, con serie conseguenze per uno dei capolavori del Rinascimento pavese.

In particolare, le Sovrintendenze ai beni architettonici e artistici, oltre al Provveditorato interregionale delle Opere pubbliche, non solo si stanno impegnando per urgenti interventi conservativi su alcune parti del monumento, ma stanno progettando anche una manutenzione conservativa su tutta la Certosa.

Per il momento, l’ultimo milione di euro che è stato stanziato dal Ministero dei Beni Culturali servirà per il rifacimento dei tetti, tra cui quello del torchio, della chiesa con il capitolo e della foresteria, uno dei più colpiti.

Inoltre il denaro servirà anche per gli appalti decorativi e il coro ligneo, oltre a un consolidamento post sismico della chiesa con il tiburio, per gli impianti e interventi minori nella biblioteca e nel museo.

Tutte queste risorse si sommano agli 830 mila euro della Sovraintendenza ai beni archeologici e ai 580mila che erano stati messi a disposizione del Provveditorato per il consolidamento di parti del muro di cinte del Quattrocento, per 4 chilometri di lunghezza. 

certosa 6“E’anche necessario intervenire sul chiostro piccolo, dove era già stato allestito un cantiere piccolo, e sulle sculture in cotto di fine 400 e urge un intervento sulle sculture policrome rinascimentali di Giovanni Antonio Amedeo e di Rinaldo de Statulis, oltre al restauro degli affreschi del Crespi, su cui sono state realizzate accurate indagini diagnostiche, e quelli delle cappelle della Maddalena e di Santa Caterina” dice Letizia Lodi, la direttrice del Museo dove ci sarà la sistemazione degli infissi del primo piano e un nuovo impianto di climatizzazione.

La ricerca dei fondi è iniziata dopo che una perizia di sei tecnici incaricati dal Comitato per la tutela del monumento ha spiegato che le coperture non solo erano fortemente compromesse, a causa di doppi strati di tegole che hanno portato per il carico eccessivo a una serie di cedimenti, ma c’era una crepa nell’abside della chiesa che parte dalla cupola e arriva al pavimento, oltre a affreschi danneggiati e i bastimenti delle colonne che si stanno disgregando, fino ad arrivare a preoccupanti fessurazioni.    

Pin It

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.