• Cronaca
  • Forse l’isola Pedonale nel corso Cavour
  • Cronaca
  • Forse l’isola Pedonale nel corso Cavour

Forse l’isola Pedonale nel corso Cavour

 

cavour 1“Chiediamo la pedonalizzazione di corso Cavour” E’ con questa frese, a cui seguono 56 firme da parte dei commercianti locali, che una delle zone più belle del centro storico di Pavia chiede al neoeletto sindaco Depaoli la possibilità di avere un’isola pedonale, senza gli ingombranti bus che ogni giorno percorrono il centro storico.

A sostenere questa battaglia è Salvatore Spataro, gestore del bar Delizia “Sentivo dire che i commercianti non erano d’accordo con la creazione dell’isola pedonale, invece è esattamente il contrario. Neppure io mi aspettavo un consenso così ampio praticamente quasi tutti hanno detto sì. Corso Cavour è così stretto che merita di essere pedonalizzato”.

Nei prossimi giorni le firme saranno portate in Comune “Speriamo che la nuova giunta sia sensibile” spiega Spataro.

Anche Nadia Bernes, che lavora presso il bar tabacchi al civico 35, ha firmato la petizione, allo scopo “di creare un minimo di centro storico, altrimenti qui non resta nulla” anche se dovranno essere progettati nuovi parcheggi.

“Con la pedonalizzazione” chiarisce Omar Sorrentino, gestore del Caffè Caffè “sarebbe più comodo per le attività che potrebbero mettere fuori i tavolini”.

Molto meno propensa è Monica Gualtieri, di La Bottega Verde “Le nostre clienti non sono giovanissime, senza autobus come fanno? Un conto è il sabato pomeriggio o il periodo di Natale, ma se uno poi deve pagare il parcheggio finisce che va a fare acquisti al centro commerciale”.

“In tutte le città importanti, l’isola funziona” racconta Giampiero Canevari, che lavora presso l’Annabella caffè “ma funziona solo se è davvero pedonale. Trovo positivo che il sabato pomeriggio e la domenica corso Cavour sia sgombro di mezzi ma, togliendo i bus, si rischia di impedire l’accesso  alla signora che viene dalla periferia. Bisogna studiare bene come farlo senza penalizzare nessuno”.

“L’isola pedonale ci vuole eccome” chiarisce Laura Locatelli, gestore di un negozio di borse e scarpe “Mia nipote di 2 anni a momenti ci lasciava la pelle, se non fosse per il camioncino che ha frenato appena in tempo. E poi qui davanti cadono tutti: c’è un tombino infossato e tutti inciampano. Non parliamo poi del pavè che è disastrato”.

Anche la Profumeria Pinelli non è molto felice dell’idea di un’isola pedonale “E’ un provvedimento più a favore dei bar, ma non delle altre attività. E poi, senza i bus, le persone anziane come vengono a fare acquisti?”.

Mentre il panettiere preferirebbe la possibilità di una serie di “navette per dare a tutti la possibilità di venire in centro”.

cavour 2E Cristian Pavan nella sua gelateria dice che “Togliendo gli autobus, girerebbe più gente e questo non farebbe che bene alla nostre attività. Però penso anche alle esigenze degli anziani e dei cittadini che vengono da fuori. E’ una questione che va studiata con criterio e in ogni caso ci vogliono i pullmini non certo i grandi autobus”.

Mentre un’altra commerciante chiarisce che “se si fa davvero un’isola pedonale, altrimenti per me è meglio avere la fermata del pullman davanti alla vetrina che porta più clientela. Da quando hanno tolto i bus al sabato, io ho visto calare gli incassi. Poca roba, è vero, ma senza bus tutti i giorni il calo si sentirebbe”.

Anche Ruggero Ravizza ha un’idea per questa difficile situazione “Durante il giorno l’isola pedonale e alla sera io toglierei i divieti e spegnerei le telecamere per lasciare entrare le auto nella zona a traffico limitato. A Bergamo fanno così”. 

 

Pin It

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.