• Cronaca
  • EXPO 2015: intervista al Presidente della Camera di Commercio
  • Cronaca
  • EXPO 2015: intervista al Presidente della Camera di Commercio

EXPO 2015: intervista al Presidente della Camera di Commercio

 

de ghislanzioni 1Per Pavia e la sua provincia l’EXPO 2015 rappresenta un’opportunità imperdibile.
Anche il presidente della repubblica Napolitano, in visita con il premier Letta a Monza, il 7 luglio, per l’inaugurazione del World Expo Tour, il percorso itinerante che la Regione Lombardia intraprenderà da settembre nelle capitali più importanti del mondo per presentare Expo 2015, ha sottolineato l’importanza della manifestazione per tutta la nazione e in particolare per la Lombardia.
La vicinanza con Milano deve essere sfruttata per rilanciare la provincia sia per quanto riguarda i suoi prodotti tipici, che oltre al riso, di cui Pavia è “cluster “, annoverano tra gli altri il salame di Varzi e quello d’oca di Mortara, nonché tutta la gomma dei vini dell’Oltrepo.
Esiste inoltre un patrimonio culturale ed artistico che deve essere valorizzato e presentato ai visitatori nel migliore dei modi:
La carta vincente dovrebbe essere quella di un’ospitalità di qualità a tutti quei turisti che apprezzano la buona cucina abbinata alla scoperta dei più importanti monumenti e anche delle piccole preziose realtà di tutta la provincia.

A tale proposito abbiamo rivolto qualche domanda al presidente della Camera di Commercio di Pavia. Giacomo de Ghislanzoni Cardoli

Come si sta preparando la Camera di Commercio all’EXPO 2015?

Lo scorso mese di maggio su iniziativa della Camera di Commercio di Pavia è stato siglato un protocollo d’intesa tra le Camere di Commercio e le Province di Novara, Pavia, Vercelli e l’Ente Nazionale Risi. Grazie a questo atto tre province a forte vocazione agricola, tre territori leader nella produzione del riso, hanno deciso di cogliere l’opportunità di presentarsi all’Esposizione Internazionale di Milano, in programma dal 1 maggio al 31 ottobre 2015,con un’immagine coordinata e consolidata e un programma di iniziative comuni.
Grazie a questo accordo la provincia di Pavia ha l’opportunità di recitare all’interno di Expo 2015 un ruolo di primo piano, in quanto le tre province avranno una presenza significativa sia all’interno del Padiglione Italia, in accordo anche con le altre realtà risicole italiane, che nello spazio dedicato alla risicoltura mondiale. Mi auguro che aderiscano anche le altre province risicole italiane, così da offrire una presenza ancora più significativa.

de ghislanzioni 2Dopo il cluster per il riso, Pavia parteciperà all’EXPO con altre attività come le calzature, l’oreficeria, la maglieria di pregio?

“Il tema di Expo 2015 è l’alimentazione e quindi ci concentreremo sul riso e sugli altri prodotti alimentari che, insieme alla Amministrazione Provinciale, abbiamo pensato di raggruppare nel “Paniere di Prodotti Pavesi” che sarà presentato proprio nel corso dell’edizione di ottobre di “Autunno Pavese”.
Gli altri prodotti di pregio, così come i monumenti artistici della nostra Provincia, potranno - e io dico dovranno – costituire delle attrazioni per i visitatori e gli operatori di Expo che occorre richiamare sul nostro territorio grazie ad una azione congiunta tra amministrazioni, associazioni, privati.”

 

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.