• Eventi
  • Pavia Viaggio nei sapori del gorgonzola 2017

Pavia Viaggio nei sapori del gorgonzola 2017

gorgonzola pavia 1Dal 9 al 12 febbraio arrivano a Pavia, in piazza della Vittoria, diciotto bancarelle per la seconda edizione di Viaggio nei sapori del gorgonzola, organizzata dall’associazione nazionale Marpa.

Gli espositori propongono ai visitatori, oltre ai prodotti tipici di varie regioni d’Italia, anche una grande quantità di varianti alimentari a base di formaggi erborinati, tra focacce al gorgonzola, pane noci e gorgonzola, creme, farinate, erborinati non solo di mucca, ma anche di capra e pecora, provenienti da Sardegna, Trentino Alto Adige e Piemonte.

Non mancano prodotti più tradizionali come caciocavallo e burrata, pizze, salumi e insaccati, castagne, confetture, cioccolati e dolci, sottaceti e sottoli.

Il gorgonzola è un formaggio assai antico, nato secondo la leggenda per la prima volta, nella località omonima alle porte di Milano, nell’879, oppure a Pasturo nella Valsassina, grande centro caseario da secoli, grazie alla presenza di quelle ottime grotte naturali la cui temperatura media è costante tra i 6°C e i 12°C e consente, pertanto, la perfetta stagionatura del gorgonzola, così come di vari formaggi.

In ogni caso Gorgonzola rimane il centro di maggior produzione o commercio per vari secoli di questo formaggio, infatti, il primo nome del gorgonzola fu quello di stracchino di Gorgonzola o stracchino verde, poiché la sua produzione avveniva con le mungiture autunnali della transumanza di ritorno dalle malghe o alpeggi.

La diffusione del gorgonzola fu costante nell’area tra Lombardia e Piemonte, infatti, tanto il Pavese quanto il Novarese si aggiunsero in modo massiccio a Milano e al Comasco nella produzione di questo particolare formaggio.

Dagli inizi del Novecento in poi il gorgonzola ebbe un crescente successo soprattutto all’estero, stabilendo un record nelle esportazioni con oltre 100 mila quintali annui di formaggio destinati a Inghilterra, con il gorgonzola bianco dal sapore mite e leggermente piccante, Francia e Germania con quello dalla pasta venata e dal gusto marcato, il cosiddetto gorgonzola a due paste.

Nell’immediato dopoguerra venne messa a punto una nuova tecnica, legata alla lavorazione del gorgonzola a una pasta, dove  i caseifici e le molte latterie disseminate in tutta la pianura padana, raccolgono il latte presso tutte le cascine e producono il formaggio, che arriva poi ai grandi centri di stagionatura.

Con gli anni Settanta gli oltre 100 caseifici modernizzarono gli impianti produttivi e diversi piccoli produttori, non riuscendo a sostenere le spese, dovettero chiudere.

Oggi restano una trentina di aziende che lavorano il latte e stagionano il gorgonzola in moderni impianti, divisi in grandi e medi complessi, tra Pavia, Milano e Novara.

Le bancarelle sono aperte dalle 9 alle 22.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.