• Teatro
  • Al Carbonetti di Broni arriva "La Traviata"

Al Carbonetti di Broni arriva "La Traviata"

 

120608-traviata083Venerdì 4 aprile, alle 20, il Teatro Carbonetti di Broni ospiterà “La Traviata” di Giuseppe Verdi.

Opera in tre atti, è un gioiello della produzione melodrammatica verdiana e si inserisce in quel filone popolare di cui fanno parte anche altre opere del maestro, quali “Rigoletto” e “Il trovatore”. Composta all’inizio degli anni Cinquanta su libretto di Francesco Maria Piave e ispirata a “La signora delle camelie” di Alessandro Dumas figlio, debuttò nel 1853 alla Fenice in maniera non fortunata, ma l’anno dopo, sempre a Venezia, conobbe il meritato successo.

Contiene passaggi che sono entrati nella storia della lirica, come “Amami, Alfredo…” o “Libiam ne’ lieti calici…”, “Sempre libera degg’io ….”, “Addio, del passato…” e “Parigi o cara…”. Dopo la sua composizione, fu sottoposta a pesanti tagli da parte della censura dell’epoca per il suo spirito antiborghese e per la scabrosità dell’argomento trattato, venendo addirittura ri-ambientata nel tempo.

È stata rappresentata in tutti i più importanti teatri del mondo, sotto la direzione musicale di maestri come Riccardo Muti e Herbert von Karajan, interpretata da cantanti come Tito Schipa, Maria Callas, Virginia Zeani, Gianni Raimondi, Angela Gheorghiu e Renato Bruson. Con oltre 620 repliche risulta l’opera più rappresentata al mondo nell’ultimo quinquennio.

La versione che il Teatro Carbonetti presenta, che costituisce il debutto lirico del Teatro nell’anno della sua riapertura con un’opera completa dal vivo, è prodotta dal Circolo Pavia Lirica.

Il Circolo Pavia Lirica nasce nel 1967 e opera da oltre 40 anni. Sin dagli inizi ha voluto agevolare il cammino dei giovani cantanti attraverso l’istituzione del Concorso Internazionale Voci Nuove per la Lirica “Gaetano Fraschini”. Il concorso, che ha cadenza biennale ed è giunto alla ventesima edizione, ha visto come finalisti alcuni artisti poi divenuti celebrità internazionali, quali i tenori Fabio Armiliato e Marcelo Alvarez, il soprano Denia Mazzola ed il baritono Ambrogio Maestri.

Dall’anno 2000 è stato istituito il Premio Amici di Pavia Lirica, Targa “Il Sipario d’Argento”, che viene assegnato a personalità che si sono distinte nel campo della cultura e del melodramma, quali il maestro Riccardo Muti, i tenori Iginio Valsecchi, Umberto Grilli e Nicola Martinucci, il baritono Lorenzo Saccomani, i soprano Luciana Serra, Fiorenza Cedolins, Raina Kabaiwanska e Rita Orlandi Malaspina, i mezzosoprano Franca Mattiucci e Annamaria Chiuri e il baritono Ambrogio Maestri. L’attività del Circolo si articola anche attraverso l’esecuzione di concerti lirici e varie iniziative di argomento musicale.

Per informazioni e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 0385.257057

 

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.